Le catene della distribuzione (68’)

Le catene della distribuzione (68’)

Di Leonardo Filippi, Maurizio Franco, Maria Panariello. L’inchiesta, vincitrice della V edizione del Premio Morrione, si presenta come un viaggio nel mondo dell’ortofrutta in Italia, per indagare le responsabilità del fenomeno del caporalato. Dal Nord al Sud del nostro paese, attraverso le voci di alcuni protagonisti, si cerca di ricostruire l’intricato sistema di rapporti della filiera agroalimentare, che parte dalla Grande Distribuzione Organizzata- i supermercati in cui andiamo a fare la spesa ogni giorno- e arriva fino ai campi.
L’uso di manodopera straniera a basso costo – con zero diritti e tutele sindacali – è infatti l’effetto più evidente e scandaloso di un sistema produttivo costretto a modificare i suoi processi per accontentare le richieste, in bilico tra il legale e l’illegale, della distribuzione moderna.

Maria Panariello

nasce a Napoli. Dopo svariati anni trascorsi a Parigi, si trasferisce a Roma nel 2013, dove frequenta la Scuola di Giornalismo della Fondazione “Lelio Basso”. Insieme a Leonardo Filippi e a Maurizio Franco, ha vinto la quinta edizione del Premio Giornalistico Roberto Morrione con l’inchiesta “Le catene della distribuzione”. Attualmente lavora come giornalista freelance. Ha scritto per Il Fatto Quotidiano, Vice, Corriere.it, OpenMigration e Left.

Maurizio Franco

nasce a Roma nel 1990. Dopo aver frequentato la Scuola di Giornalismo della Fondazione “Lelio Basso”, insieme a Maria Panariello e Leonardo Filippi – suoi compagni di corso – vince la quinta edizione del Premio Giornalistico Roberto Morrione con l’inchiesta “Le catene della distribuzione”. Attualmente lavora come giornalista freelance. Ha scritto per Il Manifesto, Il Fatto Quotidiano, Vice, Corriere.it, OpenMigration e Left.

Leonardo Filippi

cresce a Pontremoli, piccola cittadina all’estremo Nord della Toscana. Dopo essersi laureato in Studi Filosofici a Parma, prosegue gli studi a Roma, dove frequenta la scuola di giornalismo della Fondazione Lelio Basso, e conosce i suoi amici e colleghi Maria Panariello e Maurizio Franco. Insieme a loro, vince la V edizione del Premio Roberto Morrione con la video inchiesta “Le catene della distribuzione”. È giornalista presso il settimanale Left.